Le conseguenze psicologiche della DAD sui ragazzi

La DAD ha “temporaneamente congelato” il ruolo della scuola, che oltre ad essere formativo, è sempre stato anche e soprattutto quello di insegnare a stare in società e trasmettere le regole del vivere civile sperimentando la relazione con l’altro.

Il distanziamento sociale e il clima di “stallo relazionale” vissuto dai ragazzi nell’ultimo anno a causa dell’emergenza sanitaria, stanno mostrando i loro effetti negativi: tra i più frequenti, vi sono riduzione della fiducia in se stessi, depressione, alterazione del ritmo veglia-sonno.

Il vuoto relazionale di questi ultimi mesi viene spesso colmato da un utilizzo eccessivo dei social media, con il rischio che possano svilupparsi delle vere e proprie forme di dipendenza digitale.

L’esempio più rappresentativo di questo fenomeno è il “vamping”: rimanere connessi fino a notte fonda per giocare o chattare in compagnia.

Se stai affrontando una situazione difficile in una fase così cruciale della tua vita, oppure senti il bisogno di un sostegno per farlo, puoi fissare un colloquio e decidere con un nostro operatore quale percorso terapeutico possa essere migliore per te.

Noi ci siamo!