Archivio Autore

INCONTRI IN ATTESA DEL PARTO

Un ciclo di incontri focalizzati sulla fine della gravidanza, sul parto e sui primi giorni dopo, tenuto dalla nostra Ostetrica Mariagrazia Miscioscia.

In particolare:

9 settembre, dalle 14.00 alle 15.00image-22565

GRAVIDANZA A TERMINE: COSA PORTARE IN OSPEDALE.
RICONOSCERE I SEGNALI DI IMMINENTE TRAVAGLIO

16 settembre, dalle 14.00 alle 15.00

IL TRAVAGLIO DI PARTO: LE SUE FASI

23 settembre, dalle 14.00 alle 15.00

FISIOLOGIA DELL’ALLATTAMENTO MATERNO

30 settembre, dalle 14.00 alle 15.00

IL RITORNO A CASA: IL NEONATO E I SUOI BISOGNI

Questi spazi sono dedicati a tutte le donne in gravidanza che non hanno la possibilità di effettuare il corso pre-parto in ospedale, a causa dell’emergenza sanitaria in corso o che preferiscono farlo in tutta sicurezza e comodamente nella propria abitazione.

A scelta, è possibile partecipare ad ulteriori incontri, dedicati al RILASSAMENTO CORPOREO e alla GINNASTICA IN PREPARAZIONE AL PARTO.

Per informazioni o prenotazioni vi invitiamo a contattare la segreteria CEMP, al numero 02.54102020

Noi ci siamo!

Leggi Tutto

INCONTINENZA URINARIA DOPO LA GRAVIDANZA E IL PARTO

Incontinenza urinaria post parto: cause e rimedi
La gravidanza e il parto sono la causa maggiore di alterazione del fascio muscolare detto “pavimento pelvico”.  Avvolgendo l’uretra, la vagina e il retto, il pavimento pelvico potenzia la capacità sfinteriale, ma per adempiere a tale compito bisogna che questa struttura sia integra. Il suo cedimento, ovvero il prolasso, è infatti la causa maggiore dell’incontinenza urinaria da sforzo. Per questo motivo è importante conoscere i muscoli del pavimento pelvico ed il suo funzionamento.
Cos’è il pavimento pelvico

Il pavimento pelvico è l’insieme di muscoli e tessuto connettivo posto su più strati, che ha lo scopo di chiudere il foro del bacino e sostenere tutti gli organi che si trovano nella cavità.

Perché parlare di riabilitazione del pavimento pelvico

Per riabilitazione uroginecologica, meglio conosciuta come riabilitazione del pavimento pelvico, si intende il recupero del tono del trofismo di questo muscolo e il recupero della capacità contrattile. Previa consultazione ginecologica per capire l’entità del danno che c’è stato durante il parto, si programma la riabilitazione.
La riabilitazione consiste in alcune sedute che comprendono l’elettrostimolazione, il biofeedbak e la chinesi-terapia, una ginnastica che ha lo scopo di insegnare alla donna come usare questo muscolo, nel momento in cui se ne ravvisa la necessità.

Il biofeedback è una ginnastica computerizzata, che consente alla donna di visualizzare sul monitor la sua contrazione ed imparare a gestire il muscolo.

Incontinenza urinaria dopo la gravidanza e il parto

La gravidanza e il parto sono la causa maggiore di alterazione di questo fascio muscolare. Il prolasso è il cedimento di queste strutture ed è la causa dell’incontinenza urinaria da sforzo. Quindi si comprende quanto sia importante recuperare il tono e la capacità muscolare nel post-parto, in modo da riportare questo muscolo alla sua integrità.

Fissa un colloquio con la nostra ostetrica Linda Franzini per una prima valutazione: risponderà a tutte le tue domande.

Leggi Tutto

PILLOLA DEL GIORNO DOPO – AGGIORNAMENTO

Su disposizione dell’Aifa, da ottobre del 2020 il farmaco ELLAONE (Ulipristal Acetato),  attualmente in commercio per la “contraccezione di emergenza” fino a cinque giorni (120 ore) dopo il rapporto a rischio, è acquistabile in farmacia senza ricetta medica anche le ragazze minorenni. Rimane invece l’obbligo della prescrizione, per le under 18, del farmaco NORLEVO (Levonorgestrel), che funziona fino a 3 giorni (72 ore) dopo il rapporto a rischio . Al momento dell’acquisto in farmacia, il farmaco sarà accompagnato da un foglio informativo, che ha lo scopo di promuovere una contraccezione informata ed efficace.

Leggi Tutto

AL CEMP VISITE GRATUITE DALL’OSTEOPATA

Settimana della prevenzione gratuita con l’Osteopatia

Anche il Cemp aderisce all’iniziativa “progettocronos”, per prevenire e trattare i dolori cronici al sistema muscolo-scheletrico.

Giovedì 10 e venerdì 11 giugno, la nostra Osteopata Irene Maccarini sarà a vostra disposizione con visite gratuite per chi ha mal di schiena, dolori articolari ma non solo…

Le visite sono aperte a tutti: donne in gravidanza, anziani, adulti, bambini (anche neonati) e ragazzi reduci magari da molti mesi di Dad e smart working.

Ma anche per chi soffre di disturbi cronici come l’emicrania, la dismenorrea, la sindrome dell’intestino irritabile.

L’Osteopatia può inoltre intervenire sulle alterazioni del ciclo circadiano, compresa l’insonnia.

Per informazioni e prenotazioni potete contattare la nostra Segreteria allo 02/54102020 o scriverci a info@consultoriocemp.org

Vi aspettiamo!

Leggi Tutto

5×1000 IO SOSTENGO IL MIO CONSULTORIO. E TU?

Aiutarci ad Aiutarti, dona il tuo 5×1000 al CEMP!

Per sostenere i nostri progetti attivi in diverse realtà del territorio milanese, ti chiediamo un piccolo ma prezioso contributo…

Cos’è il 5×1000?

Il 5×1000 è un modo di donare che non ti costa nulla e che fa realmente la differenza.
Il 5×1000 è una quota delle tasse (IRPEF) che i contribuenti possono destinare a sostegno di una causa importante.

Grazie al tuo 5×1000 il nostro sostegno rivolto alle donne, ai giovani e alle coppie può continuare e rappresentare un punto di riferimento per chi ne ha la necessità. Come il progetto all’Ospedale Sacco di Milano Con_tatto un Sacco Mamma, dedicato alle neomamme con bambini da 0 a sei mesi. Un’occasione di incontro e di confronto settimanale. O come il progetto di educazione all’affettività avviato ormai da anni nelle scuole superiori di Milano e dell’Hinterland e dal quale è nato il progetto pilota di uno sportello dedicato agli adolescenti e ai giovani.

 

 

Come donare il 5×1000?

Basta la tua firma e il nostro codice fiscale 80056650155 nel riquadro Finanziamento della ricerca scientifica e dell’università, sul modulo della dichiarazione dei redditi (Certificazione Unica, 730, Unico).

Quanto mi costa donare il 5×1000?

È gratuito perché è una percentuale dell’IRPEF, quindi delle tasse che, se non destinata, viene comunque trattenuta dallo Stato.

Il 5×1000 sostituisce 8×1000?

Il 5×1000 non sostituisce l’8 per mille, che potrai destinare liberamente allo Stato, alla Chiesa o a chi vorrai tu.

Grazie davvero di cuore a tutti voi!

 

 

Leggi Tutto